Pane, amore e... Ciociaria

Il Cesanese del Piglio

Diffuso degli etruschi, prodotto tra i comuni di Piglio, Serrone e parte di Acuto, Anagni e Paliano, è già stato molto apprezzato già dagli imperatori romani come Nerone, Nerva e Traiano, prediletto dai papi anagnini e da Federico di Svevia, il Cesanese del Piglio, già riconosciuto D.O.C. nel 1973, ha ottenuto la certificazione D.O.C.G. nel 2008 ad affermarne la storia centenaria.

Caratterizzato da un colore rosso rubino, da note floreali ed aromi di frutti di bosco, è tra i pochi vini rossi ciociari. Dotato di una buona struttura, con una gradazione alcolica minima del 12%, si presta anche all’invecchiamento potendo diventare un prodotto particolarmente raffinato.

Viene associato a piatti di carne o a salumi stagionati ma, con il sapore leggermente dolce e lo spumante, può anche accompagnare prodotti secchi.