Pane, amore e... Ciociaria

Minestra Pane Sotto

È un piatto di umili origini, buonissimo e semplicissimo, nato dalla volontà di non buttare nulla. Non richiede ingredienti particolari, occorre solo del pane “vecchio”.

Al giorno d’oggi il pane raffermo è più morbido rispetto al pane “vecchio” di un tempo per cui è necessario tostarlo leggermente per poterlo sbriciolare in una terrina. Occorre quindi preparare un minestrone con le verdure ed i legumi a disposizione da tagliare in modo grossolano e si fa quindi bollire a fuoco lento. Preparato il minestrone, lo si versa nella terrina fino a ricoprire del tutto il pane, lo si lascia riposare per una mezz’ora e per concludere si aggiunge un filo d’olio a crudo.

Chi poteva, aggiungeva al minestrone anche carne di scarto, per esempio le cotiche che venivano lasciate cuocere insieme alle verdure ed ai legumi.